Preventivi Online

News
12/07/2010
19 Agosto Anna Tifu, violino Philippe Raskin, pianoforte ​ 21 Agosto Paoletta Marrocu, soprano Andrea Tusacciu, pianoforte ​ 24 Agosto Novafonic ​ 26 Agosto Anna Tifu, violino ...
continua
02/07/2010
Il giorno 26 Giugno è stata inaugurata la nuova sala convegni in occasione della regata "Cagliari-Carloforte" che ha visto come vincitore "Tò come giro"
continua

Il Territorio

L’isola degli sparvieri

C’è un sentiero e raggiunge la sponda occidentale dell’isola. La passeggiata è lungo, meglio farla in bicicletta o a cavallo, ma l’emozione è grande: si attraversa una delle ultime foreste mediterranee d’Europa fra piante di erica, lentischio, rosmarino, scorgendo qua e la foglie di mirto, conigli selvatici e pini d’Aleppo. Sono gli stessi pini alti e robusti che gli antichi Romani utilizzavano per costruire gli alberi maestri delle navi, ed è grazie a loro se sull’isola di San Pietro si è formata una classe di ottimi maestri d’ascia, elogiati dall’ammiraglio Horatio Nelson come i “migliori del mediterraneo”.

Superata la ricchissima macchia verde – caratterizzata ad esempio dall’endemico astragalo marittimo, una vera rarità botanica – si svela la costa occidentale, molto diversa dalle basse spiagge che caratterizzano Carloforte con le saline popolate di fenicotteri, aironi e cavalieri d’Italia.

Da Punta delle Oche alle Colonne il muro di basalto è altissimo, continuo e ripido sul mare, con un alternarsi di caverne e scogliere che termina a sud con le cosiddette Colonne. Queste due torri di roccia magmatica catturano l’attenzione dei turisti, ma erano ancora più alte e spettacolari in passato. Punto di riferimento della costa occidentale è il faro di Capo Sandalo, il più occidentale d’Italia, che dal 1864 domina questa aspra sponda, dove si ammira uno degli uccelli più rari d’Europa: il falco della regina.

Ogni anno, da aprile, il falco arriva dalle coste dell’Africa orientale per accoppiarsi e deporre le uova sulle ripide falesie dell’isola. Le cova, poi cura la crescita dei piccoli e li prepara al lungo volo di ritorno verso le coste africane alla fine dell’estate.

La presenza del falco della regina, così chiamato in onore della giudicessa Eleonora d’Arborea che lo usava per la caccia, è attestata sull’isola da antiche testimonianze, tanto che fu l’astronomo greco Tolomeo a definire San Pietro Hierakon Nesos, l’isola degli sparvieri.

Hotel Carloforte | Hotel Hieracon | Sala Convegni Carloforte | Carloforte | meteo Carloforte | Carloforte

Hotel Ristorante Hieracon 4 stelle | P.Iva 01436850927 | Carloforte, Corso Cavour 62 | 09014 Isola di San Pietro, Carbonia-Iglesias (CI)
Tel (+39) 0781854028 | Mob (+39) 393 7953214| Booking Prenotazioni e Informazioni hotelhieracon@libero.it


Credits: Jservice srl Realizzazione siti web